Home > Iniziative e seminari > Master class con Salvatore Russo

Master class con Salvatore Russo


Catanzaro lido, sede Popoff - 25/04/2004

Appuntamento estremamente interessante quello del 25 Aprile: seminario con Salvatore Russo! In questo seminario sono stati affrontati i diversi argomenti che orbitano attorno alla chitarra rock e principalmente l'improvvisazione rock-fusion e la tecnica del legato.

Un'uggiosa mattina di primavera l'umile terra di Catanzaro viene onorata dai solchi lasciati da un grande della chitarra rock: Salvatore Russo. Sistemata la strumentazione nella sala Popoff l'atmosfera diventa subito elettrica: Salvatore prova la chitarra e la strumentazione, riscaldandosi in vista dell'impegno pomeridiano. Il prode Matteo "Willi" Procopio lo segue in una spericolata jam session e la giornata comincia a prendere forma. Dopo una spettacolare abbuffata al ristorante il nostro eroe torna sul campo di battaglia e inganna l'attesa seguendo il gran premio di Imola. Dopodichè si comincia.

In questa sede è ovviamente impossibile riproporre quanto è accaduto quella magica domenica pomeriggio, quindi cercheremo di riassumere e descrivere le impressioni e ciò di cui si è discusso.
La forza di un seminario è quella di poter interagire dal vivo con l'insegnante e assistere in prima persona ad alcune dimostrazioni e spiegazioni che, fatte in altri modi, perderebbero sicuramente tantissimo stimolo didattico. Quante volte abbiamo cercato di capire come eseguire meglio un fraseggio o come costruire qualcosa di musicale o semplicemente capire come migliorarsi? L'incontro dal vivo con un personaggio di grande esperienza è la strada migliore per rispondere a queste domande.

La vastissima conoscenza di Salvatore Russo ha fatto sembrare brevissimo l'intero pomeriggio trascorso assieme a parlare di musica, pick-up, fraseggi in legato, arpeggi e tanto altro. Dopo un breve riscaldamento e una piccola presentazione del programma del seminario, il chitarrista meridionale ha iniziato a parlare del suo approccio con la tecnica del legato. L'autosperimentazione e la ricerca di nuove sonorità lo hanno portato a sviluppare una tecnica del legato molto percussiva e personale, sebbene impostata su uno stile simile a Greg Howe. A differenza di molti altri chitarristi, Salvatore Russo usa anche l'indice della mano sinistra per eseguire hammer-on riuscendo quindi a suonare anche solo con la mano sinistra, senza plettrare nessuna nota e lasciando alla mano destra il compito di stoppare le corde.

Passando quindi ad esaminare i numerosi esercizi inclusi nella dispensa messa a disposizione per i partecipanti, si è arrivati a parlare di scale e arpeggi nelle diverse sonorità, tonali e modali. La proficua impostazione didattica ha permesso ai partecipanti di vedere questi elementi musicali non come isolati esercizi, ma come tante piccole porzioni facenti parte di un discorso musicale ben più vasto riguardante l'improvvisazione.
Come in un grande mosaico, dopo aver esaminato le scale e gli arpeggi, i tasselli successivi sono stati la chitarra e l'amplificatore, argomenti purtroppo molto spesso trascurati, ma di fondamentale importanza. Qui Salvatore si è fatto apprezzare non solo dal punto di vista chitarristico, quindi, travolgendoci con numerosissime e utilissime informazioni riguardo i diversi legni utilizzati per costruire le chitarre elettriche o le parti da tenere in considerazione per tirare fuori dall'ampli un suono che ci soddisfi.
Infine, dopo aver suonato tanti esempi dimostrativi di tutto ciò di cui si è discusso, sono stati chiamati in causa i chitarristi presenti in sala per suonare con Salvatore Russo, improvvisando su alcune basi musicali. Superata la paura iniziale si sono cimentati nell'impresa la maggior parte dei partecipanti (ricevendo utili indicazioni e suggerimenti per migliorarsi dove ce ne sia bisogno) incitati dallo stesso Salvatore che si è divertito a condividere questi momenti musicali con altre persone, come lui, amanti della sei corde e della musica.

In questo breve video possiamo vedere inizialmente la mostruosa tecnica del legato di Salvatore, sviluppata da alcune idee di Greg Howe. In seguito alcune soluzioni di fraseggio usando la scala minore melodica su un blues minore. Infine, una fra le tante jam session (basta guardare le foto in fondo a questa pagina) in particolare quella di Carmelo, meglio conosciuto come "Merlin" venuto appositamente da Reggio Calabria per assistere al seminario.

Salvatore Russo rappresenta uno dei giovani talenti del panorama italiano nel campo chitarristico, in special modo in quello Rock-Pop dove si distingue per gusto e tecnica. Sin da giovane ha partecipato a numerosissime trasmissioni televisive ed ha collaborato con i più importanti artisti italiani e stranieri sia in capo discografico, sia in situazioni live. Scrive fin dal n°0 sulla rivista Axe (periodico per chitarristi nelle edicole da circa 11 anni) attività alla quale affianca l’insegnamento e le clinics con cadenza periodica nei vari appuntamenti fieristici del settore. In fase di uscita il primo disco solista strumentale in campo internazionale. Tra le collaborazioni più illustri possiamo annoverare:

Ana Belen, cantante pop Spangola di grande successo. Attualmente Salvatore suona le chitarre acustiche e classiche.

Antonello Venditti "Prendilo tu questo frutto amaro". Partecipa alla registrazione del disco con relativa tournée e video “Tutti all’inferno”, Vota la Voce, etc.

Massimo Di Cataldo: Sanremo '94 '95 '96 un video concerto dal vivo “Anime in Tour”, il CD “Crescendo” e quattro tour europei dal ‘95 al ‘99, nel video “Sole”, altre apparizioni a Sanremo Estate, Festival Bar, RoxyBar, 105 Night Express, Sanremo Top, Sanremo Giovani, Un disco per l’estate.

Francesco De Gregori: dal vivo in televisione ed in studio di registrazione per un disco di Mimmo Locasciulli “Uomini”.

Phil Palmer (chitarrista di clapton band e Dire Straits) concerti a Londra per la Sony Music, Youssou n‘dour dal vivo in italia (trasmissione avanzi) e ad MTV di Londra, Paolo Vallesi, Gianni Morandi, Tazenda dal vivo (Gran Premio TV eTunnel), Vlady Tosetto (collaboratore di Eros Ramazzotti). Ha suonato inoltre di spalla nel 2002 con Tony MacAlpine e Virgil Donati.

Oltre 150 apparizioni televisive, più di 300 gigs live:
Molte le partecipazioni in tutte le trasmissioni televisive musicali italiane degli ultimi 10 anni da "Gran Premio" di Baudo del '90, Avanzi, Tunnel Festival Bar, Vota la voce, Saint Vincent fino ai concerti dal vivo ripresi dalle maggiori emittenti italiane in programmi tipo "Night Express".

In campo didattico da molti anni con l'Università della Musica di Roma dove ha insegnato dal ‘94 fino al ‘98. Collaborazione con l'Accademia di Musica Romana (2000). 

Endorsement: Gli sponsor che negli anni hanno sostenuto Salvatore Russo sono stati: Shecter, Morgan, Paul Red Smith, Ovation, Peavey, Zion, corde SIT, cavi Horizon. Da due mesi endorser corde Elixir e da qualche anno endorser Peavey.

Ha collaborato inoltre con: Alfredo Paixao (Pino Daniele, Laura Pausini, Di Cataldo), Horacio Hernades (Michael Camilo), Massimo Pacciani (Masini, Vallesi, Pausini, Tozzi), Lele Melotti, Paolo Costa, Maurizio Dei Lazzaretti (Dalla, Concato), Franco Ventura (Eros Ramazzotti), Alessandro Colombini (produttore Battisti, PFM, Venditti), Ricky Portera (Dalla), Mike Applebaum e Eric Daniel (Zucchero), Stefano di Battista, Rosario Jermano (Ramazzotti, Pino Daniele), Javier Girotto, Amedeo Bianchi, Derek Wilson, Mario Schillirò, Marco Rinalduzzi, Alessandro Centofanti, Elio Rivalgli (Baglioni), Danilo Rea, Mario Rosini (Irene Grandi, Pino Daniele), Massimo Fumanti (Renato Zero), Claudio Mastracci, etc. etc. 

Ha appena pubblicato un CD, Contact, insieme al chitarrista William Stravato. Sezione ritmica: batteria Daniele Chiantese, basso Alfredo Paixao. In cantiere c’è l'idea di registrare un dvd video didattico. Reduce da un tour in Sud America con alcuni cantanti italiani tra i quali Franco Simone, molto apprezzato in Cile, Argentina e Uruguay. Nel 2003 ha progettato insieme ad un noto liutaio, Fabrizio Trono, una chitarra elettrica che si chiama "Dolphin" di produzione artigianale. Suona anche con due band una, "Alkimie", dove si impegna con le chitarre acustiche ed un’altra, "Crossfire", dedita allo shuffle blues. Nel prossimo futuro c’è in cantiere un tour insieme a William Stravato che attraverserà tutta Italia.

Per ulteriori info e aggiornamenti, consultare il sito internet dell’artista:www.salvatorerusso.com.

 

© Chitarra Rock 2001-2018

Privacy Policy